Fuerteventura: Mare, Vento e Deserto

Fuerteventura, così come tutte le isole Canarie, gode di un clima mite tutto l’anno anche se molto ventilato, soprattutto a sud: è un’isola radicale, con un paesaggio estremo, psicologicamente difficile che può dare sensazioni mistiche o di profonda desolazione.

Ideale da visitare nei mesi autunnali, Fuerteventura è un angolo di Spagna dall’aspetto Africano con stupende spiagge e tratti di costa rocciosi con enormi onde che si infrangono furiose sulle rocce.

Precipitazioni molto scarse determinano scenari aridi e deserti che ti lasciano spesso un senso di sospensione che non sembra smettere di stupire o ispirare.

Immense spiagge che confinano con un oceano spesso turbolento e venti molto forti (il nome “Fuerteventura” sembra significare “forte vento” oppure “grande avventura“) contribuiscono anch’essi a creare un’atmosfera sospesa, un po’ romantica, un po’ nostalgica. Corralejo è una delle località più “vive” di Fuerteventura dal punto di vista del divertimento.

Numerosi sono i locali dove poter passare una serata in allegria. Quest’area è tanto stupenda quanto altrettanto fragile e proprio per preservarne l’ecosistema è stata denominata Riserva Naturale. Numerose specie di volatili e rettili sono osservabili attraverso l’animal watching.

Osservando il deserto potrete notare delle colline che predominano la scena. Si tratta di vulcani ormai spenti, la Montaña de los Apartaderos e la Montaña Roja.

Per chi ama spiagge di sabbia spaziose e ariose la zona di El Cotillo è la zona ideale di Fuerteventura: qui di spiagge di sabbia fine e bianca se ne trovano come si trovano alcune strutture molto adatte a viaggiatori indipendenti.

Autore dell'articolo: Bianca Imbrea-