Come mangiare lo zenzero, la radice dalle mille proprietà

Dalla digestione agli effetti dimagranti, dall’aiuto contro la nausea alla buona circolazione: lo zenzero è tra le radici più poliedriche esistenti al mondo. Ma come cucinarlo? E soprattutto con quali ricette utilizzarlo al fine di valorizzare il suo sapore fresco e pungente?

Innanzitutto iniziamo col dire che in cucina è molto utile al fine di dare una sfumatura in più e soprattutto diversa alle proprie pietanze. Per sfruttarlo nel migliore dei modi converrà grattugiarlo. Tenete a mente il fatto che lo zenzero fresco, grazie alle sue proprietà, ha la caratteristica di durare molto se ben riparato dall’umidità (parliamo di 2/3 settimane circa).

Per i carpacci di pesce se unito al lime, il ginger dona un tono di freschezza a piatti tanto delicati che necessitano di quel tocco di acidità per conquistare totalmente il palato.

Linguine aglio, olio, peperoncino e un tocco di zenzero. Non sarà sicuramente la ricetta della nonna ma vi assicuro che, pur non essendo un sapore italiano, con la pasta è un toccasana.

Lo zenzero candito fatto in casa sarà invece lo snack dolce e sano da portarsi sempre dietro. Ottima alternativa alle caramelle o ai cioccolatini, possono essere sfruttati come idea regalo, soprattutto se messo in piccolo barattoli di vetro ermetici.

Autore dell'articolo: Roberta Furla-