Adelaide Compagno

A Miss Italia i giorni sembrano non finire mai e per fortuna!

Ciao Ragazze! Sono Adelaide Compagno, voglio raccontarvi la mia meravigliosa esperienza a Miss Italia: un sogno che ogni ragazza vorrebbe realizzare, nel mio caso diventato realtà!

Quando arrivai a Jesolo insieme ad altre 213 ragazze da tutta Italia, l’emozione di varcare la soglia del Pala Arrex per poter accedere ai primi passaggi di giuria era già il mio successo.

Foto di qua, foto di là, attenzioni da tutte le parti, spostamenti in hotel, parata di tutte noi per le strade di Jesolo, grandi risate, ma anche grandi timori.

Sì perché quello era solo l’inizio della mia avventura, che speravo continuasse, ma che poteva anche finire il giorno successivo quando ci furono le prime selezioni, il passaggio alle prime 60.

Quando appresi che ero passata e che quindi il passaggio successivo era quello di essere selezionata tra le prime 30, tramite quello che in TV su La7 è stato visto come “Gli Esami”, ero felicemente emozionata.

Poi beh, il passaggio alle finaliste lo avete visto tutte, e c’è anche un bel tweet anche se devo dire che ho realizzato il tutto solamente il giorno dopo, quando in albergo eravamo rimaste solo in 30, una vera gioia!!!

Da quel momento fino alla serata del 9 settembre, i giorni sembravano non finire mai e per fortuna, perché eravamo tutte entusiaste per quanto ci stava accadendo: dalle coreografie stupende, ai viaggi a Venezia, dal ballare con bravissimi ballerini, alle serate passate per la bellissima città di Jesolo.

Ma dietro a tutto questo, il supporto dello staff di Miss Italia, in particolare quello grande e meraviglioso di Patrizia Mirigliani, sempre pronta e disponibile ad ascoltarci.

Posso dire che durante il percorso si vivono tantissime emozioni, la più importante per me è quella di essermi aggiudicata la fascia nazionale “Miss Sorriso Daygum white 2017”

Concludo dicendo che è importante credere in sé stesse: avere tanta determinazione e grinta sono elementi necessari per vivere questa esperienza.

In bocca al lupo alle partecipanti del 2018!

 

Autore dell'articolo: Adelaide Compagno