Il peperoncino: scopri la parte più piccante

Ti sei mai chiesto quale sia la parte più piccante del peperoncino? E soprattutto quale sia il più forte al mondo?

Molti persone sono convinte che il massimo della piccantezza risieda nei semi. Altri credono invece che sia la parte superiore del peperoncino ancora più piccante di quella inferiore. Nessuna di queste teorie esposte, in effetti è corretta, o almeno, non del tutto.

Son le ghiandole capsaiciniche la vera sorgente del “peccato”. Parliamo dei filamenti chiari, visibili all’intero del peperoncino e che si trovano nella placenta. Quest’ultima farà da indicatore visivo del grado di piccantezza. Se i filamenti avranno un colore bianco allora il sapore sarà più blando, se il suo colore tenderà al giallo o a tonalità rossastre sarà very hot!

È di pochi giorni fa la notizia che ha portato un nuovo peperoncino a scalzare tutti i concorrenti presenti sul mercato: Pepper X. Ora, sulla bollente scena dei peperoncini più agguerriti al mondo, è arrivato un nuovo protagonista, talmente piccante da sorpassare ogni singolo rivale.

Pepper X è l’ultima creatura di “Smoking” Ed Curry, il quale ha ora presentato questa nuova varietà di peperoncino elaborata in dieci anni di lavoro.

Lo sapevi che?

La capsaicina è un alcaloide responsabile della sensazione di bruciore, e viene rilevato attraverso la Scala Scoville, un’apposita scala di misurazione. Il Pepper X, contiene 3,18 milioni di unità di calore misurati dalla scala di Scoville.

 

Autore dell'articolo: Lucia Grassi-