Sri Lanka, la lacrima dell’India

Un viaggio nel viaggio colmo di armonia ed equilibrio: montagna, mare, lago e stupore. Lo Sri Lanka, piccolo paradiso nascosto tra le acque dell’oceano indiano, è una totale evasione dalla realtà.

Le imponenti rovine del passato testimoniano le antichissime civiltà che hanno abitato queste terre. Santuari, monasteri, fiumi, parchi, cascate e distese sconfinate rivelano la presenza di un popolo la cui dedizione della terra è seconda solo alla devozione religiosa.

Qui, nella terra soprannominata la “lacrima dell’India” per la sua forma, ogni passo è emozione. L’hanno sempre così definita per via della sua forma allungata e per la vicinanza all’India eppure, sembrerebbe che il nome rispecchi maggiormente la valanga di emozioni che il viaggio in questa incredibile isola possa suscitare.

Lo Sri Lanka è un concentrato unico di spiritualità e bellezza. Suoni, danze, colori, ed inconfondibili aromi di incenso e di spezie si fondono, per dare vita a mille sfaccettature culturali e paesaggistiche. Quasi racchiudesse una dozzina di paesi all’interno di uno solo.

Oltre a essere una terra dal fascino senza tempo, la “lacrima dell’India” offre paesaggi che hanno fatto da sfondo a numerosi film del grande cinema internazionale.

Registi alla ricerca del set perfetto hanno immortalato scenari importanti. Ricordiamo alcuni di essi, tra cui: “La pista degli elefanti” (1954), “Il ponte sul fiume Kwai”(1957), “Tarzan, l’uomo scimmia”(1981), “Indiana Jones e il tempio maledetto”(1984).

Per immergerti nella spiritualità e nella storia dell’isola, Alpitour ti offre occasioni da non perdere!

Autore dell'articolo: Bianca Imbrea-