Il velluto: un vero total living

 

E’ proprio ovunque: saltano all’occhio borse, stivaletti, nastri per capelli, smalti per unghie, occhiali da sole, abiti, giacche, tutti rigorosamente in velluto! Ed anche tra le varietà floreali, spicca per fascino e carattere, il cosiddetto “fiore di velluto”, la Celosia, pianta sensuale alla vista e morbida al tatto.

Il velluto, insomma torna protagonista anche in questo inverno 2017/2018, riaffermandosi come capo glamour e stiloso. Questo tessuto, giudicato in passato pesante e noioso, è stato proposto nelle collezioni dei più grandi brand di moda, prime fra tutte Max Mara e Alberta Ferretti, per via delle sue caratteristiche uniche di brillantezza e profondità cromatica.

Infatti, che sia di un pantalone, una borsa a coste o di un cappotto, il velluto risulta all’occhio molto prezioso, grazie ai riflessi dati dalla trama stessa. Sì ai pantaloni stretti e alle giacche, sia in velluto liscio che a coste, ma consiglio, per evitare un effetto pesante, di non indossarli insieme, ma di abbinare la giacca al jeans, per un risultato più moderno.

I motivi non mancano per vestire di velluto anche la casa. Super raffinato e ricercato, è apprezzatissimo per la sua versatilità, facilità di manutenzione e il suo calore. Opta per una coperta sul divano del salotto e cuscini dai colori neutri o decisi come porpora, azzurro e blu oltremare. Se ami tanto questo tessuto, puoi impreziosire il salotto con delle tende importanti, lo renderai davvero molto raffinato.

Il ritorno del velluto non si limita all’abbigliamento e all’arredo, ma si estende anche al makeup e nail art: rossetti opachi e smalti velvet effect sono davvero cool! Non aspettare oltre, diventa anche tu una velvet addicted.

Autore dell'articolo: Fabiola Pisapia

Fabiola Pisapia nasce nel 1993 a Cava de’ Tirreni, comune della provincia di Salerno, alle porte della Costiera Amalfitana. Sin da ragazzina mostra una spiccata indole artistica, arrivando a vincere il 4 giugno 2007 il Premio “per la miglior ricerca costumistica” nell’ambito di un concorso sulla ricerca storica incentrata sui costumi d’epoca. Dopo la licenza classica, intraprende gli studi in Comunicazione d’impresa presso l’Università degli Studi di Salerno e matura un sempre più forte interesse verso l’arte e le sue molteplici applicazioni: il design, la pubblicità, la comunicazione, gli eventi culturali.
Si occupa di consulenza aziendale presso uno studio di progettazione e coltiva i suoi svariati interessi tra cui il marketing, l’interior design, la moda e la fotografia.
Nell’estate 2017 ha fatto parte dello staff organizzativo dell’evento Napoli Moda Design.